Seleziona una pagina

hiSTORIC Team

Foto: Laura De Paris

LA FONTANA DEL FAUNO

LA FONTANA DEL FAUNO

Questa fontana ottocentesca, detta del Fauno o anche del Bacchino, si può ammirare sul lato ovest di piazza Pasi.
Nel primi bozzetti originali del 1864 lo scultore di Mori Andrea Malfatti, raffigura la mitica figura del Narciso che si specchia nell’acqua della fontana.
Ma prima di iniziare l’opera, si dice che lo scultore, innamoratosi di una fanciulla che viveva in un palazzo prospicente la stessa piazza Pasi, decide di dedicare a lei questa scultura in segno di amore.
Per questo motivo cambia il soggetto della sua opera in un Fauno curioso e innamorato, che, versando l’acqua in un orcio, si rivolge alla finestra di casa Crivelli; la casa della amata Mariolina.

.

Storia validata ✓

Vuoi rimanere aggiornato sulle nostre iniziative e entrare a far parte della community?

Continua il viaggio leggendo storie simili!

Il Quartiere dei Ferrovieri

      ADA Foto: hiSTORIC IL QUARTIERE DEI FERROVIERI IL QUARTIERE DEI FERROVIERI Se volete immergervi in un'atmosfera d'altri tempi, troverete la passeggiata lungo la sponda est dell'Adige, dopo il ponte di San Lorenzo, molto interessante. Tra gli anni 1920 e 1922 fu...

leggi tutto

I Quattro portoni

      ADA Foto: hiSTORIC I QUATTRO PORTONI I QUATTRO PORTONI Vi sarà capitato di percorrere piazza Cesare Battisti, ma raramente vi sarete soffermati ad osservare i dettagli di questo particolare spazio delimitato da un porticato continuo. In prossimità del...

leggi tutto

hiSTORIC

raccoglie racconti e anedotti direttamente da coloro che hanno un rapporto speciale e personale con la città: anziani, storici e artisti. Queste storie revisionate e georeferenziate sono ora disponibili su questa piattaforma digitale.

© 2017 hiSTORIC

 

STORIE SOCIAL

Share This